College Basketball Tour rinnova il suo connubio con LILT: appuntamento a Vicenza per il match tra Wake Forest e la nazionale italiana femminile

Vicenza si tinge nuovamente di azzurro: dopo il Torneo Internazionale che ha visto il gruppo sperimentale di Meo Sacchetti aggiudicarsi tutte le partite (a cui si è poi aggiunta la prestigiosa vittoria su Oklahoma State nell’amichevole del 7 agosto), il 18 agosto a Vicenza arrivano le ragazze della nazionale italiana allenata da Marco Crespi.

Avversarie delle azzurre saranno le Demon Deacons di Wake Forest, il college di Elisa Penna. Per la giocatrice italiana si tratta di una sfida davvero particolare: Elisa fa infatti parte del gruppo azzurro e dopo la fine del tour italiano con la sua squadra americana, si aggregherà alle sue compagne di nazionale per la trasferta in Francia a Anglet dove l’Italia giocherà contro la nazionale francese.

Il legame tra la nazionale italiana femminile e il mondo del college americano, non si limita alla sola presenza di Elisa Penna: tra le convocate da Crespi infatti ci sono anche Francesca Pan e Lorela Cubaj, entrambe in forza a Georgia Tech University.

Molto stretto è anche il legame con la regione veneta. Oltre a Giorgia Sottana, cresciuta nella Marca, Coach Crespi ha convocato le padovane Caterina e Francesca Dotto, la bassanese Francesca Pan, la scledense Valeria De Pretto e diverse atlete che giocheranno in società venete come Gaia Gorini e Martina Kacerik (Venezia), Olbis Andre, Martina Crippa, Valeria Battisodo e Marcella Filippi (Schio), Jasmin Keys (San Martino di Lupari).

Assente giustificata, Cecilia Zandalasini impegnata con le Minnesota Lynx nel campionato WNBA.

Dopo la partita di Vicenza, le Azzurre saranno impegnate il 20 e il 21 agosto ad Anglet in due amichevoli contro le padrone di casa della Francia, per poi spostarsi a La Spezia per due match contro la nazionale israeliana. Tutto per prepararsi al meglio al 21 novembre, data nella quale a La Spezia, la nazionale italiana femminile affronterà la Svezia nella partita di qualificazione all’EuroBasket Women 2019.

Che dire invece delle Demon Deacons? La squadra di coach Jen Hoover, alla sua settimana stagione sulla panchina di Wake Forest, ha avuto una stagione piena di alti e bassi, chiusa con un record negativo di 14-17 che l’ha relegata all’undicesimo posto della ACC (stessa conference di Notre Dame). Nel torneo di conference, le Deacs si sono spinte fino al secondo round, superando Pittsburgh per 38 a 72 ma arrendendosi di otto lunghezze a Miami (60-68). Tutto ciò, nonostante la buonissima stagione di Elisa Penna che, dopo aver messo a segno 34 punti contro la fortissima South Carolina, il 22 febbraio ha siglato il suo millesimo punto nel match contro Clemson. Da tenere d’occhio c’è sicuramente Alex Sharp, giocatrice australiana al suo terzo anno a Wake Forest e che lo scorso anno ha dato prova di essere una vera leader in campo trascinando in attacco e sotto le plance la sua squadra con una media di 10.5 punti, 8.4 rimbalzi e ben 94 assist. Numeri che le hanno valso la nomination alla ACC All-Academic Team (premio per le migliori giocatrici della ACC). Il fatto che sia stata la unica giocatrice ad essere nel quintetto iniziale in tutte le 31 partite disputate dalle Deacons la scorsa stagione, è un buon indicatore della fiducia che coach Hoover ripone in lei. Dopo la partenza di Amber Campbell (che, con 227 palle rubate è stata nominata una delle migliori giocatrici in difesa della ACC della stagione 2017-18) e la defezione di  Kortni Simmons e Destini Walker per seri motivi fisici, il tour italiano sarà sicuramente una maniera per trovare i giusti equilibri per la prossima stagione.

I proventi della partita (il prezzo di ingresso è pari a 10 euro, 5 per il ridotto Under 13) saranno interamente devoluti alla L.I.L.T., la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, che per il secondo anno sarà al fianco del College Basketball Tour. Lo scorso anno, nel match contro Uconn e la selezione All Star, tra donazioni, biglietti e magliette vendute, il ricavato della serata si aggirava sugli 8.000 euro. Traguardo che gli organizzatori puntano a superare grazie anche ai 50 euro che l’agenzia Anthony Travel donerà per ogni tripla segnata in campo. I soldi raccolti saranno destinati alla riabilitazione delle donne che hanno subito un’operazione al seno. L’intervento infatti spesso provoca dei problemi più o meno gravi al braccio della parte operata. I soldi raccolti serviranno così ad aiutare quelle donne che dovranno affrontare lunghi periodi di riabilitazione permettendo così di abbassare i costi del trattamento a loro carico. Un connubio che vuole essere anche l’occasione per ricordare a tutte le donne l’importanza della prevenzione.

Appuntamento al 18 agosto alle ore 20.00 al Palazzetto dello Sport di Vicenza per una serata all’insegna del grande basket e della solidarietà.